L'UTILIZZO IN ALIMENTAZIONE ANIMALE DEL SACCARUBE

In diverse sperimentazioni l'inclusione del SACCARUBE, intesa come polpe di carrube macinate finemente, in diete per animali di interesse zootecnico ha influenzato positivamente le performances degli animali.

SUINETTI

In alcune prove di campo la sostituzione, nelle diete per suinetti, del destrosio con saccarube (1.25 o 2.50%) ha determinato un miglioramento dell'incremento ponderale e dell'indice di conversione.
Un ulteriore miglioramento della crescita è stato ottenuto associando al saccarube dello Streptococcus faecium, per cui il saccarube pare essere un valido substrato per la crescita dello Streptococcus faecium (Santi et al., 1987).

PROVA DI CAMPO SUINETTI SOTTO SCROFA

L'impiego di saccarube nelle diete per suinetti fino a 100 giorni d'età è quindi auspicabile visti i vantaggi evidenziati.

MAGRONI

Suini fino a 30-35Kg: gli effetti valutati erano: appetibilità, I.C.A., fenomeni enterici.
I risultati dimostrano l'efficacia del saccarube alla dose di 1,5-3% nei mangimi in termini di:
a) maggiore accrescimento dei suini trattati rispetto ai controlli, buona appetibilità dei mangimi SPECIE quando questi erano supplementari con antibiotici tendenzialmente "poco appetibili" per il suinetto quali: sulfamidici, colistina, ossitetraciclina, spectinomicina, lincomicina;
b)
ottimo risultato nei confronti delle patologie enteriche che insorgono nelle fasi di transizione alimentare da una dieta alla successiva (es da dopo lo svezzamento alla fase successiva, alla messa a terra, ecc.).

BOVINI
Vitelli e carne bianca

Alcune prove universitarie, ma soprattutto l'esperienza di una grande industria produttrice di latte in polvere per vitelli che ha attestato la carrubina nel latte in polvere alla dose del 2% allevando decine di migliaia di vitelli, ha dimostrato una notevole riduzione dei fenomeni enterici tipici di questo speciale allevamento specie nelle fasi di starter (quando si impiegano notevoli quantità di latte per capo) e nelle fasi di finissaggio quando la concentrazione di polvere di latte per kg di acqua raggiunge livelli molto alti.
I vantaggi sono stati:
• minore incidenza di fenomeni enterici e risparmio dei costi veterinari;
• buoni incrementi di crescita, pari a quelli dei gruppi di controllo non malati.

Esperienze mostrano benefici dell'impiego del saccarube anche nelle diete per: conigli, avicoli, equini, agnelli e molti altri animali di interesse zootecnico;
Il SACCARUBE rappresenta anche un valido alimento per gli animali di affezione quali cani e gatti.
Recenti ricerche dimostrano come l'utilizizzo del saccarube sia molto importante nelle diete negli allevamenti ittici.



Mangificio I.MA.R. s.r.l.
S.P. 60km 3,600 - Contrada Puntarazzi - Tel.: 0932 25.12.71 - 64.00.51 - Fax: 0932 64.00.51